HOME "L'AGRO CHE RINASCE" -settembre 2008 archivio iniziative
     
 

l'agro che rinasce

 

Scarica il giornale in formato Pdf (760 Kb)

scarica pdf
 
l'agro che rinasce  
agro che rinasce
agro che rinasce

agro che rinasce
agro che rinasce
  l'agro che rinasce
 

 

 

I nostri primi dieci anni

Giovanni Allucci - Amministratore Delegato Agrorinasce

Agrorinasce sta per compiere i suoi primi dieci anni di attività e celebrarne il ‘compleanno’ con un calendario di eventi e rassegne è per me non solo un onore ma anche l’occasione per fare un vero e proprio screening. Le celebrazioni previste per il decennale rischierebbero, infatti, di ridursi ad uno sterile rito commemorativo se non riuscissero a rappresentare fin da ora l’occasione di una severa analisi dei metodi e delle scelte degli interventi effettuati, nonché dei risultati conseguiti nella tutela e valorizzazione della legalità. Quel che abbiamo cercato è sempre stata una linea diretta con le esigenze di crescita dell’intero territorio. Con il tempo abbiamo arricchito le esperienze e aumentato gli strumenti attraverso la programmazione di interventi mirati per i giovani, per le vittime della criminalità, per la cultura, l’imprenditoria, lo sport, per l’educazione e formazione, senza contare la mole di lavoro messo in campo per il riuso sociale dei beni confiscati e la creazione di infrastrutture sociali. Le attività non sono state ideate per un particolare modello etico di educante organo sovra strutturato, ma per rispondere ad una responsabilità morale inscritta nella stessa assegnazione del ruolo di dirigente, coordinatore, collaboratore, volontario ed amministrativo di garantire il rispetto delle regole e di una sana convivenza nella collettività e nel lavoro. Gli appuntamenti, i seminari, le campagne stampa per la cultura della legalità, le conferenze, i convegni con il coinvolgimento delle università, di studiosi, di docenti, enti ed associazioni hanno tentato di riflettere sulle possibilità offerte da un sistema sociale libero di essere così come vuole essere, senza condizionamenti di tipo criminale. Allargare la partecipazione nel segno di una ricostruzione democratica per tutti i paesi soci fondatori di Agrorinasce, un tempo consorzio mentre oggi società consortile, è stato sempre il nostro primo obiettivo. In qualche caso ci siamo riusciti, in altri meno ma nonostante i numerosi attacchi accompagnati da pregiudizi il campo non lo abbiamo mai abbandonato. A darci la forza è stata la passione civile di tanti cittadini che per primi hanno scelto da che parte stare. C’è chi ha il dovere di punire, di indagare, di arrestare e di processare ma di fianco c’è chi ha il dovere di sensibilizzare, di parlare, di educare, di informare, di raccontare. Agrorinasce con i suoi necessari organismi dirigenziali ha fatto solo la sua parte, inesistente ed impossibile se non ci fossero state tutte le altre. Allargare e rafforzare la rete delle componenti è una delle future priorità.

 

 

 

PON Sicurezza
 
il recupero dei beni confiscati
ludoteca mediateca
scommettiamo sul suo futuro
 

inizio pagina

 
HOME