Il Centro sociale di Casapesenna intitolato ad Antonio Cangiano

Il Centro sociale di Casapesenna intitolato ad

Antonio Cangiano.

 

centroSoc_casap

 

Martedì 25 maggio pv alle ore 10.00 presso il Centro Sociale di Casapesenna sito al Corso Europa si svolgerà l’evento di intitolazione del predetto Centro all’ing. Antonio Cangiano, vittima innocente della criminalità organizzata ferito in modo grave in un agguato il 4 ottobre 1988, all’epoca dei fatti vice sindaco dell’Amministrazione Comunale, e morto lo scorso 23 ottobre 2009.

Una intitolazione fortemente voluta da tutta l’Amministrazione Comunale di Casapesenna, la quale già il 15 novembre 2009, a pochi giorni dalla scomparsa dell’ingegnere, ha deliberato all’unanimità l’intitolazione del predetto Centro Sociale allo stesso Cangiano e seguito l’iter amministrativo presso la Prefettura di Caserta. Il Prefetto di Caserta con apposito decreto ha poi autorizzato tale intitolazione.

Il Sindaco di Casapesenna, ing. Fortunato Zagaria, riassume il pensiero di tutti i consiglieri: «Siamo orgogliosi di intitolare il nostro Centro sociale ad Antonio Cangiano, nostro concittadino, professionista e amministratore di questo paese, vittima della criminalità organizzata, esempio di dedizione ed impegno per tutti e, soprattutto, per le nuove generazioni».

 

Il Centro Sociale di Casapesenna è stato il primo intervento realizzato dalla società Agrorinasce nell’anno 2000, di cui è socio fondatore l’Amministrazione Comunale di Casapesenna, con i fondi del Ministero dell’Interno e dell’Unione Europea e tuttora luogo di incontri e dibattiti organizzati dalla stessa Amministrazione Comunale e da Agrorinasce, sede della Biblioteca Comunale e della locale Proloco, nonché luogo dove vengono svolti tutti i consigli comunali.

«Abbiamo immediatamente condiviso la scelta dell’Amministrazione Comunale di Casapesenna di intitolare il Centro sociale all’ing. Cangiano – dichiara Giovanni Allucci, Amministratore Delegato di Agrorinasce – Questo è un territorio che certamente non dimentica i suoi più illustri figli e le vittime innocenti della criminalità. Un altro segno di grande civiltà e di riscatto contro la criminalità organizzata.»

All’intitolazione del Centro Sociale sono stati invitati tutte le autorità istituzionali della Provincia di Caserta, a cominciare dal Prefetto di Caserta dott. Ezio Monaco, il Questore di Caserta dott. Longo, il comandante provinciale dei Carabinieri, Colonnello Nardone, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, Colonnello Manozzi, l’onorevole Nicola Cosentino, i senatori Coronella e Giuliano, i consiglieri regionali e provinciali del territorio, il Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Caserta, ing. Vittorio Severino ed i Sindaci dell’area di Agrorinasce. Saranno presenti, inoltre, le tante associazioni presenti sul territorio ed i dirigenti delle scuole elementari e medie inferiori del Comune di Casapesenna.

Per l’occasione è stata allestita anche la mostra dedicata a Don Peppe Diana, dopo essere stata presente alla sede del Vescovo di Caserta ed alla Fondazione Villaggio dei ragazzi di Maddaloni.


 
ceda
monitoraggio civico territoriale