Creato 09 Giugno 2017 Categoria: Iniziative per la Legalità
Visite: 371
Stampa


agrorinascesito

SUI BENI CONFISCATI IN SANTA MARIA LA FOSSA FIORISCE LA LEGALITA’ ED IL GRANO AUREO

 

Grano Aureo su terreni confiscati alla camorra. E’ il nuovo tassello di cui si arricchisce la fase di recupero dei beni confiscati alla camorra avviata da anni da Agrorinasce, Agenzia per l’innovazione e lo sviluppo del territorio, che amministra 155 beni immobili e terreni in sei comuni della provincia di Caserta. Il tutto grazie al contratto di filiera stipulato tra l’associazione ATS Terra Verde, di cui è amministratore Ovidio Marzaioli, affidataria del complesso agricolo denominato Masseria Abate, e l’industria della pasta Barilla.

La varietà di grano 100% italiana, voluta fortemente da Barilla nel 2009, ora verrà prodotta anche sui terreni agricoli che un tempo erano di proprietà della Famiglia Schiavone, Cicciariello, cugino del capoclan Francesco Schiavone, Sandokan.

Il grano prodotto verrà utilizzato da Barilla nella produzione della pasta Voiello, considerata come una delle eccellenze dell’arte pastaria italiana; si tratta infatti di una varietà che unisce un’altissima qualità pastificatoria garantendo quell’eccellenza dei parametri tecnologici come contenuto proteico che la caratterizzano come ‘Top Quality’. In Italia ha sostituito l’importazione dall’Arizona e, per le particolari caratteristiche dei territorio del Centro-Sud Italia, non necessita di irrigazione preservando quindi anche l’aspetto della salvaguardia ambientale.

 

La produzione di una qualità così pregiata di grano su un terreno confiscato alla camorra è un altro passo importante non solo per il recupero dei beni confiscati, ma anche per creare occupazione sul territorio attraverso il lavoro del terzo settore. E’ importante il lavoro realizzato dall’Associazione ATS Terra Verde e l’intesa che ha sviluppato con Barilla è un segnale importante per questo territorio” dice l’amministratore delegato di Agrorinasce Giovanni Allucci che ha promosso il progetto di recupero di Masseria Abate.

 

papa-antonio-santa-maria-la-fossaMolto soddisfatto il Sindaco di S. Maria La Fossa, dott. Antonio Papa: "E' fondamentale in questo momento puntare sullo sviluppo del territorio anche attraverso i beni confiscati. Il comporto agro alimentare e quello zootecnico sono i fondamenti dell'economia locale ed è con iniziative come queste che si gettano le basi per creare occupazione".

 

Il drastico calo del prezzo del grano nel corso degli ultimi due anni, che ha prodotto non pochi danni agli agricoltori localicommenta Ovidio Marzaioli Presidente dell’ATS Terra Verdenon ha scoraggiato lo spirito di questa importante iniziativa sociale che è rappresentata dalla rete di gestione dei beni confiscati ad opera di Agrorinasce in sinergia con il terzo settore. Ha rappresentato, anzi, ulteriore stimolo per puntare a progetti ancora più ambiziosi e qualificanti il territorio che travalichino i limiti territoriali e possano essere viatico di ulteriori importanti iniziative”.

 

image1

 

 

 


01_agro_up

02_pom_up

03_pom_up

 

 

04_svi_up

05_leg_up

06_stu_up

07_rec_up

08_arc_up

09_spo_up

 

 

 

bannerlibro-delpreteACQUISTA IL LIBRO
A TESTA ALTA
Federico Del Prete:
una storia di resistenza alla camorra

mostraDDbannerLa Mostra dedicata a
Don Peppe Diana

prenotamostraH

sportelloSolTHLo Sportello
Solidarietà

camnogra-thRagioni e strumenti per essere contro la criminalità organizzata

mobastaBannerMo' Basta: associazioni e sindacati insieme per la legalità e lo sviluppo