Creato 14 Aprile 2015 Categoria: Festival del Teatro
Visite: 2146
Stampa

donpepperidottoIl ricordo che non muore. La storia di Don Peppe Diana si intreccia all’attualità grazie alla rappresentazione, che conta la prima proposizione, del Musical “Don Peppe Diana”, ideato e scritto da Giuseppe Capoluongo con la regia di Franco Apicella.

Uno spettacolo che affronta, in modo diretto, i rapporti che il prete casalese creava con i giovani dell’agro-aversano e, più nello specifico, con quelli della sua terra d’origine:  Casal di Principe. Ai valori del rispetto del prossimo e della legalità si mischiano i timori della sua famiglia e l’ombra costante della malavita organizzata. “Per amore del mio popolo non tacerò”, queste le parole famose di Don Peppe Diana che lui ripeteva a gran voce ai suoi concittadini e ai giovani, affinchè questi ultimi si allontanassero dai valori negativi che la società poteva loro trasmettere. E’ una sorta di ritratto di vita di Don Peppe, ripercorrendo passo passo tutte sue giornate e i suoi impegni da uomo simbolo dell’anti-camorra.

La musica di Nino D’Angelo e Gigi Finizio fa da sfondo alla vivacità ed alla positività di un prete diverso, col cuore e con l’impegno più in là di tutti. Le scenografie imprimono all’operato degli attori una palese e profonda umanità, senso di immedesimazione e contatto diretto con il pubblico.

A Roberta Martino è andato l’onore di gestire le coreografie, Mino Sabani si è occupato degli arrangiamenti, Maria Milone dei costumi, Giuseppe Notari del disegno scenico mentre Giuseppina Apicella ha curato il cast artistico.

I due atti ci raccontano la storia di una leggenda e solo ricordandola questa può restare intatta nel tempo, permettendo un processo di legalità graduale . “Il messaggio che ho voluto trasmettere - dice il regista Franco Apicella -, è quello di non far diventare Don Peppe l’eroe irraggiungibile ed ineguaglibile perchè così facendo si farebbe un torto alla sua memoria. Secondo me, in questo modo, si arrecherebbe un enorme danno a tutti coloro che le mafie vogliono combattere nel loro piccolo, semplicemente “per amore del nostro popolo”.

 

dpds1 dpds2

dpds3 dpds4

dpds5


folder Altre foto della Manifestazione

 

 



01_agro_up

02_pom_up

03_pom_up

 

 

04_svi_up

05_leg_up

06_stu_up

07_rec_up

08_arc_up

09_spo_up

 

 

 

bannerlibro-delpreteACQUISTA IL LIBRO
A TESTA ALTA
Federico Del Prete:
una storia di resistenza alla camorra

mostraDDbannerLa Mostra dedicata a
Don Peppe Diana

prenotamostraH

sportelloSolTHLo Sportello
Solidarietà

camnogra-thRagioni e strumenti per essere contro la criminalità organizzata

mobastaBannerMo' Basta: associazioni e sindacati insieme per la legalità e lo sviluppo