Creato 19 Marzo 2012 Categoria: Iniziative per la Legalità
Visite: 6162
Stampa


agro_mk

Il progetto promuove sull’ambito territoriale C2 un modello di sviluppo locale integrato fondato sull’infrastrutturazione di economia sociale, che renda produttivi i patrimoni immobiliari confiscati alla criminalità organizzata, perseguendo “l'interesse generale della comunità alla promozione umana e all'integrazione sociale dei cittadini” e incrementando capitale sociale nella legalità.

Il programma di sviluppo integrato si snoda su tre obiettivi d’intervento:

- Promuovere e implementare pratiche e filiere d’economia sociale attraverso l’uso dei beni confiscati alla camorra in un’ottica di rete;

- Promuovere le libertà positive delle persone, a partire da quelle più svantaggiate, e il rispetto per le diversità culturali per costruire comunità educative e solidali, valorizzando le buone pratiche di inclusione sociale e i modelli innovativi di welfare

- Rendere accessibile, trasparente e valutabile da parte dei cittadini l’azione delle pubbliche amministrazioni locali per lo sviluppo locale sostenibile e il contrasto alla criminalità organizzata.

Il progetto intende, pertanto, valorizzare le risorse territoriali esistenti, la rete di soggetti sociali cresciuta negli ultimi anni (associazionismo, cooperazione, ecc. ), la terra, la costa, i beni confiscati alle mafie, la presenza d’immigrati, attraverso strumenti e strutture che si richiamino ai principi dell’economia sociale, con attività che servano a creare occupazione ed a costruire coesione sociale con infrastrutturazione immateriale.

Si definiranno un “Contratto di Rete”, un “Programma comune di rete” ed un “Fondo di solidarietà”, per rendere sostenibile i percorsi d’economia sociale attraverso l’uso dei beni confiscati alla camorra. In particolare, s’implementeranno specifiche filiere settoriali nell’agroalimentare sociale, nel turismo responsabile e nella comunicazione sociale e al contempo si promuoveranno strette relazioni politiche, economiche e culturali tra imprese, enti e/o territori extra-regionali e gli operatori locali.

Inoltre, si rilancerà un Patto per l’interculturalità per la promozione di una migliore fruibilità dei servizi pubblici a favore degli utenti stranieri e si promuoveranno pratiche e modelli innovativi di Welfare. Si supporteranno, infine, le pubbliche amministrazioni nella definizione di modalità on line per rendere accessibili, trasparenti e valutabili le loro azioni ai cittadini, attraverso i bilanci sociali ed ambientali e la tracciabilità della spesa pubblica, per garantire lo sviluppo locale sostenibile e contrastare l’uso improprio di risorse pubbliche.

 

 

PARTNERSHIP

NUCLEO PROMOTORE

Agrorinasce Scrl, Parrocchia San Nicola di Bari, APS Comitato Don Peppe Diana, Associazione Centro Laila,

Coop. soc. Le Terra don Peppe Diana – Libera Terra, Associazione Nero e non solo! O.n.l.u.s., Coop. soc. Eureka onlus, Coop. soc. Agropoli onlus, Coop. soc. EVA, Associazione di Volontariato Onlus Black and White, Associazione Auser Caserta, Arcidiocesi Di Capua – Centro Immigrati Fernandes, A.R.CA. Associazione Risanamento CastelVolturno, Associazione di volontariato medico sociale Jerry Essan Masslo, Coop. soc. DAVAR Onlus, Associazione Foro di Giano.

ALTRI SOGGETTI PARTNERS

Provincia di Caserta, Camera di Commercio Caserta, Seconda Università di Napoli (SUN), Facoltà Scienze politiche Federico II, Facoltà Lettere e Filosofia Federico II, Euricse, Confederazione italiana Agricoltori Caserta-Napoli, Coldiretti Caserta, Confagricoltori Caserta, Legacoop Campania, Associazione per il disegno industriale Campania, Libera, Arci, Aislo, Git Caserta Banca Etica, coop. soc. Al di là dei sogni.

 

 

 Allegati

Scheda progetto R.E.S.pdf

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


01_agro_up

02_pom_up

03_pom_up

 

 

04_svi_up

05_leg_up

06_stu_up

07_rec_up

08_arc_up

09_spo_up

 

 

 

bannerlibro-delpreteACQUISTA IL LIBRO
A TESTA ALTA
Federico Del Prete:
una storia di resistenza alla camorra

mostraDDbannerLa Mostra dedicata a
Don Peppe Diana

prenotamostraH

sportelloSolTHLo Sportello
Solidarietà

camnogra-thRagioni e strumenti per essere contro la criminalità organizzata

mobastaBannerMo' Basta: associazioni e sindacati insieme per la legalità e lo sviluppo